Home / Articoli / Odontoiatria olistica







Cos’è l’odontoiatria olistica?
In parole semplici, l’odontoiatria olista considera le relazioni che esistono tra i denti e il corpo.
I denti infatti non si devono considerare come una parte isolata nella cavità orale, ma come parte di un insieme molto più complesso: il corpo umano. L’odontoiatria olistica crede quindi nell’interdipendenza tra i denti e il resto del corpo.

 

In cosa consiste una diagnosi di odontoiatria olistica?
Per realizzare una corretta diagnosi, vengono innanzitutto raccolte informazioni sulla storia sanitaria del paziente. Vengono poi esaminati i denti, il cavo orale, la lingua, il viso, e vengono prese in considerazione radiografie precedentemente effettuate. Viene quindi valutata la presenza di materiali tossici o di eventuali patologie del cavo orale. Tra le metodiche utilizzate ricordiamo l’elettroagopuntura, il Vega test e la kinesiologia applicata. Grazie a quest’ultima metodica possiamo fare la scelta corretta dei materiali meglio tollerati da un paziente.

 

In cosa consiste una terapia di odontoiatria olistica?

 


Consiste principalmante in cure odontoiatriche classiche, realizzate con materiali biocompatibili (ossia quelli che vengono meglio tollerati dal paziente) e nell’eliminazione di materiali tossici (per esempio l’amalgama presente nelle carie). Si evita l’uso dei farmaci allopatici.

 

Che farmaci vengono usati?
I farmaci più usati sono quelli omeopatici, omotossicologici e fitoterapici.


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Odontoiatria olistica" con un voto: